5° Campo Bibbia – Toscana

Il nostro Campo Bibbia: Geremia il sedotto da Dio

Quest’anno il nostro Campo Bibbia in Toscana si è tinto di bianco: le parole fluivano dalla bocca di Agnese, le biro correvano sui bianchi fogli; fuori tutto taceva e la neve scendeva silenziosa imbiancando alberi e prati, trasformando il paesaggio in un quadro surreale.

Abbiamo meditato su quanto annunciato da questo profeta “sedotto” da Dio come una fanciulla, che si immedesima in Lui e riferisce al re ed al popolo le parole che Lui ha messo sulla sua bocca.

Sono parole forti, spesso aspre, poco gradite, ma anche piene di speranza in un momento tanto difficile per il popolo ebraico: il regno di David si è frantumato e popoli assai più potenti lo invadono e lo conducono in cattività. Il tempio è devastato, depredato, distrutto, tutte le città sono rase al suolo ed Israele appare ora come un deserto. Sembra che tutto sia ormai perduto.

Ma sulla bocca di questo gigante del profetismo ebraico, che tutto aveva annunciato, fioriscono parole di speranza: Dio ha permesso tutto ciò per la “dura cervice” del suo popolo, ma Egli non abbandona l’uomo che ha creato; vi sarà una “nuova alleanza”, non più con un popolo, ma con le “nazioni”, con il mondo intero, con tutti gli uomini senza alcuna diversità; il messaggio di Dio, fino ad oggi rivolto ad un popolo, sarà rivolto a tutti gli uomini che avranno “un cuore sincero”.

Dio non abiterà più fra le fredde pareti di un tempio, ma nel cuore di ogni uomo che lo accetterà. Il Dio di Israele diventa il Dio di tutti.

La “seduzione” di Geremia sarà per lui causa di sofferenze indicibili, fino alla morte, senza, però, scalfire la sua fede, e la storia del rapporto fra Dio e l’uomo avrà una svolta; non più un Dio che impera, che giudica, che punisce, ma un compagno di strada che cammina vicino a te, con il quale puoi conversare, con cui puoi anche arrabbiarti, ma che ti ascolta, prende in considerazione il tuo dolore deciso a trasformarlo in gioia.
Dove tutto è distrutto Dio rimane e da un popolo eletto passa lo sguardo a tutti i popoli della terra, tutti cari al suo cuore di padre.
Geremia proclama questa “nuova alleanza” e, da profeta di Israele, viene da Dio stabilito “profeta delle nazioni”.

Fuori la neve continua a scendere aggrappandosi alle fronde degli ulivi e tutto si confonde avvolto da una coltre bianca.

Marino

Print Friendly, PDF & Email

Possono interessarti anche