Abbiamo un doppio lavoro.

Abbiamo un doppio lavoro.

Tutti noi abbiamo un doppio lavoro, una vita parallela: lavoriamo alla nuova catena di montaggio delle informazioni.

La catena di montaggio è la timeline di Facebook, Linkedin, Twitter, etc.

È una catena invisibile perché è immateriale, ma lega più di prima le persone, le quali ognuna provvede a trasformare un pezzetto d’informazione, non linearmente come nei prodotti fisici, ma con una interazione a rete.

Con un colpo di genio, ossia facendo leva sul nostro ego, l’incentivo si è rovesciato: non c’è bisogno di un caporeparto per il coordinamento e controllo; anche fare gli straordinari e perdere ore di sonno è un piacere.

I risultati (profilati) di quest’opera letteraria più eclatanti sono il numero dei like, share, etc.

Le informazioni se si fermano, come la moneta, si svalutano. Tenerle ferme, invecchiano, e perdono sempre più valore quanto più il cambiamento accelera.

Ne puoi conservare tante, ma il vantaggio ce l’avrai se le usi in realtime.

Sta emergendo una forma di demurrage delle informazioni, ossia, in questo contesto, un costo di gestione che le fa perdere valore nel tempo. Pertanto le informazioni devono essere sempre più lavorate e condivise, così ci si arricchisce.

 

Print Friendly, PDF & Email

Possono interessarti anche