Assemblea Elettiva “Assisi”

 L’Assemblea nella patria del Santo.

Tutto era filato liscio e ci apprestavamo a partecipare alla Santa messa celebrata dal Cardinal Bassetti, arcivescovo di Perugia, quando la terra ci ha fatto sentire la sua roca e spaventosa voce.

Tuttavia ciò non ha soffocato l’entusiasmo e la gioia che hanno aleggiato su questi tre giorni di Assemblea.

Tutto si è svolto nella gioia del ritrovarsi insieme in tanti (eravamo 1.200!), in una terra che, seppur martoriata,  è pur sempre una terra santa.

I lavori sono andati avanti nel migliore dei modi e la scelta dei nuovi candidati si è svolta in spirito di fratellanza e di accoglienza.

L’abbiamo conclusa sotto gli alberi di Santa Maria degli Angeli dopo aver reso omaggio, la notte precedente, al Poverello di Assisi, nella sua basilica sull’alto del monte. E’ stato il nostro giubileo, l’attraversare una porta santa che re, cardinali e papi avevano attraversato nei secoli.

Nella penombra della basilica ognuno si è raccolto in preghiera nella “celletta dell’anima” sua ricordando un mondo di persone, di avvenimenti, di aspirazioni per una vita migliore e per un mondo più giusto, più accogliente e ripieno di pace.

 

Marino da Arezzo

 

Print Friendly, PDF & Email