La Proposta del M.A.S.C.I.

La Proposta del Masci

La proposta che il movimento Adulti Scout Cattolici Italiani fa agli Uomini e Donne  è quella che parte da una convinzione ben espressa nel nostro Patto Comunitario che riporta:

“Siamo uomini e donne provenienti da strade ed esperienze diverse, ma uniti dalla convinzione che lo scautismo è una strada di libertà per tutte le stagioni della vita e che la felicità è servire gli altri a partire dai più piccoli, deboli ed indifesi.

Apparteniamo alla grande famiglia dello scautismo e ci riconosciamo nei valori espressi dalla Promessa e dalla Legge scout.

Siamo convinti che la nostra proposta sia valida per ogni persona che non consideri l’età adulta un punto di arrivo, ma voglia continuare a crescere per dare senso alla vita ed operare per un mondo di pace, più libero e più giusto. Per questo motivo ci rivolgiamo a chi vuole continuare a fare educazione permanente con il metodo scout e a testimoniarne i valori e a chi si avvicina per la prima volta allo scautismo da adulto”

Visita il sito Nazionale www.masci.it

 

Storia

Passato il periodo della ricostruzione dello scautismo giovanile (che era stato cancellato dal fascismo per dare spazio alle organizzazioni di regime e perché gli ideali fascisti mal si conciliavano con quelli scout), Mario Mazza, uno dei fondatori del ramo cattolico del movimento in Italia, intuì che passati gli anni del periodo educativo, anche coloro che non avessero voluto o potuto, per qualsivoglia motivo, fare o continuare il servizio di educatori nel movimento, avrebbero potuto voler continuare a vivere l’avventura scout.

Inizialmente, ciò avvenne attraverso le Compagnie dei Cavalieri di San Giorgio, composte da soci adulti dell’Associazione Scouts Cattolici Italiani (ASCI).

Nel 1954, invece, nacque un’associazione apposita, il MASCI, appunto.

Da quell’idea si sviluppò un movimento di adulti, inizialmente tutti provenienti dallo scautismo giovanile, con il requisito di aver preso la partenza nell’ASCI (dunque solo ragazzi e uomini).

Man mano l’ambito del MASCI si allargò fino ad accogliere anche altri adulti che si riconoscevano nel modello educativo proposto dal fondatore, (Robert Baden-Powell o più semplicemente B.-P.), anche non passati dall’ASCI, e soprattutto aprendosi anche alle donne.

Il 23 ottobre 2004 Papa Giovanni Paolo II ricevette in udienza generale in Piazza San Pietro sia il MASCI che l’AGESCI. Il MASCI celebrava il cinquantesimo anniversario della fondazione, mentre per l’AGESCI era il trentesimo anniversario della fusione dei due movimenti cattolici dello scautismo (ASCI) e del guidismo (AGI).

Sabato 8 novembre 2014 Papa Francesco ha ricevuto in Udienza Speciale in Aula Paolo VI il MASCI (circa 7 mila partecipanti), in occasione del 60º anniversario della fondazione. L’evento è stato preceduto e seguito da altri mini-eventi, convegni e festeggiamenti, svoltisi Sacrofano dal 7 al 9 novembre 2014.

fonte: wikipedia

Print Friendly, PDF & Email

Possono interessarti anche