La sindrome del maschio ALFA

 « Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha dichiarato che il “Pulsante nucleare è sempre sulla sua scrivania”.  Qualcuno del suo regime dovrebbe informarlo che anch’io ho un “Pulsante nucleare” ma è molto più grande e potente del suo. Ed il mio funziona! »

Donald Trump

 

 

La sindrome del maschio alfa.

La sindrome del maschio alfa (alpha male syndrome) negli ultimi anni è diventata una vera e propia malattia che affligge il 75% degli uomini in carriera.La psicologa americana Kate Ludeman e il medico chirurgo Eddie Erlandson hanno studiato questa sindorme per creare un decalogo di chi ne è affetto e quali sono le caratteristiche peculiari del maschio alfa moderno.

In etologia viene definito come maschio alfa quell’individuo (maschio o femmina che sia) che occupa il rango sociale più alto e spesso di comando. Le caratteristiche del maschio alfa in natura sono per lo più fisiche, la sua predominanza deriva da forza, aggressività e resistenza superiori che, in situazioni di conflitto, gli permettono di avere la meglio.

Spesso il maschio alfa è l’unico maschio ad avere diritto all’accoppiamento oppure ha la precedenza, questo gli permette di rendere maggiore la possibilità di far “vivere” il suo patrimonio genetico.

 

La sindrome del maschio alfa nell’era moderna.

Le caratteristiche naturali di alfa, nell’uomo, si sono evolute e modificate con l’industrializzazione, facendo si che il più forte non fosse quello più muscoloso ed aggressivo, ma colui che è in grado di “guadagnare” grazie alla propria intelligenza e intuizione. Lo studio americano si focalizza proprio sui manager che spesso sono presi così tanto dal loro lavoro e dalla voglia di primeggiare da perdere quasi il controllo di loro stessi e di dare più importanza alla carriera rispetto alla vita privata.

Le caratteristiche positive del maschio alfa moderno:

1. Energia.

2. Voglia di fare.

3. Entusiasmo.

4. Ambizione.

5. Curiosità.

6. Fiducia in se stessi.

Purtroppo questa vera e propria sindrome ha anche degli effetti molto negativi sul comportamento ed umore del presunto maschio alfa che come un bambino viziato non è in grado di accettare un rifiuto o un fallimento che spesso lo portano a crollare su se stesso in una spirale di frustrazione e depressione.

Le caratteristiche negative del maschio alfa moderno:

1. Arroganza.

2. Aggressività.

3. Ottusità.

4. Cattiveria.

5. Insensibilità.

6. Immaturità.

7. Problemi di salute come pressione alta e stress.

 

Come gestire un maschio alfa?

Spesso le donne parlano di maschi alfa sperando di trovarne uno come escono di casa, senza rendersi conto che di sovente confondono il vero alfa da persone aggressive e violente che non hanno una vera percezione di leadership e carisma. Così si tende a perpetrare lo stereotipo del macho come vero maschio alfa.

La realtà è ben diversa, si deve distinguere tra l’attrazione sessuale e animale nei confronti della forza e prestanza fisica alla dominanza mentale ed intellettuale che nell’era moderna certifica il vero maschio alfa. Di fronte ad una persona affetta dalla sindrome da maschio alfa le donne, per gestirlo a lavoro, devono affrontarlo in modo chiaro e schietto, senza giri di parole o inutili lusinghe. Dimostrargli di essere donne toste e sicure di sè che non di temono dire quello che pensano e che sono disposte a combattere per le proprie idee.

Fonte: https://www.tupuoisedurre.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Possono interessarti anche