“L’arte di essere fragili”


A tutti gli uomini e le donne che difendono le cose fragili,
perchè sanno che sono le cose più preziose.


Alessandro D’Avenia

Oggi pomeriggio si è svolto il Segretariato regionale della Toscana in una forma inusuale… distanti, gli uni dagli altri.

Fra i vari argomenti trattati, è stato affrontato il ritorno alle attività. Un tema difficile che ha sottolineato due aspetti presenti nelle nostre comunità

  • il distanziamento sociale nelle attività
  • l’età

Sofferta la decisione attorno al campo estivo. Ma anche le difficoltà all’interno delle comunità provocate da questo isolamento.
Ho appuntato sul mio taccuino le parole chiave che hanno guidato il confronto: segni del tempo, cambiamento, positività, capacità di coinvolgimento, comunità e coraggio.

La vulnerabilità ci permette di percepire l’infinito. E’ un’arma potente.

Ancora una volta esco da questo segretariato consapevole di aver imparato attraverso l’ascolto ed il confronto.

Essere diversi è una ricchezza, nessuno deve rimanere indietro.

Grazie
Luca da Capezzano1

Print Friendly, PDF & Email